All’inizio del 2014, a Jundiaí (Brasile), Gisele Cardoso dos Santos ha scoperto di aspettare un bambino, ma purtroppo la gravidanza si presentava difficile già dai primi mesi, a causa di una patologia del sacco gestazionale.

Gli esami hanno anche dimostrato che la placenta era spessa, il che ha impediva il passaggio di sostanze nutrienti necessarie per lo sviluppo del bambino, che non cresceva come previsto.

Gisele è stata sottoposta  ad esami più specifici, che hanno dimostrato che il bambino aveva una possibile malformazione ossea, con displasia scheletrica con grave limitazione della crescita intrauterina. Inoltre lei stessa , sembrava essere affetta da un tumore placentare.

Gisele e il marito Fernando Ferreira da Silva hanno segnalato ad ACI Digital – agenzia in portoghese del Gruppo ACI – che la diagnosi li stava preoccupando e rattristando molto.

Fu a questo punto che una parte della famiglia venne a conoscenza della figura di P. Jordán.

“È stato tutto molto spontaneo!”, ha ricordato Gisele. ” Il P. Jordán ci aiuterà!”, ha aggiunto tra le lacrime.

Successivi approfondimenti diagnostici confermarono la malformazione di Lívia María. Era l’8 settembre 2014, giorno della Natività della Vergine Maria e della morte di Padre Francesco María della Croce Jordán.

“Gesù ci concederà questo miracolo, per intercessione di P. Jordán e di Maria Madre del Salvatore”. Per questa intenzione hanno pregato con forza e fede nonostante la prognosi negativa dei medici.

La piccola Livia è nata normalmente e ora è una bambina sana di sei anni che, a detta di sua mamma, è felice  di essere al mondo.

Dopo la nascita di Lívia, Gisele e Fernando hanno dato la loro testimonianza a un gruppo di laici di spiritualità salvatoriana denominato: “In cammino verso il Salvatore”. Il direttore spirituale del gruppo venuto a conoscenza della vicenda inviò subito la testimonianza al vice postulatore della causa di beatificazione di P. Jordán.

Dopo la sua presentazione l’11 novembre 2015 viene avviato il processo di riconoscimento del miracolo da parte del Vescovo di Jundiaí, Mons. Vicente Costa.

Durante questo processo, sono stati raccolti rapporti, esami medici, testimonianze, quindi tutta la documentazione è stata inviata in Vaticano. Nel giugno 2020 Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto sul miracolo. La cerimonia di beatificazione di P. Jordán si svolgerà il giorno 15 Maggio alle 10.30, nella Basilica di San Giovanni in Laterano a Roma, con una solenne celebrazione presieduta dal Cardinal Vicario Angelo De Donatis con la presenza della famiglia Cardoso Silva.

“Per noi sarà un momento unico, non abbiamo parole per esprimere la nostra gioia, ci sentiamo onorati e felici ”, ha affermato Gisele. “La nostra missione è evangelizzare in modo che tutti possano rendere gloria a Dio anche attraverso la nostra storia”.